I Piatti tipici della Valle d’Aosta e dove assaggiarli

1 Condivisioni
E' arrivato il nostro magazine.

Scopri la bellezza del nostro Bel Paese durante questa stagione autunnale. Tra i boschi più belli da visitare in Italia, i "pumpkin patch" made in Italy, raccolte di posti da brivido e tanto altro.

Per l'avvio del primo numero del magazine del Kappuccio, acquistando l'edizione Autunno 2021 ottieni gratuitamente l'edizione Estate 2021!

Si avvicina l’inverno, il Natale e soprattutto la stagione sciistica, per questo, dopo essere stati in Piemonte, vi portiamo in luogo famoso per le sue piste da scii e per le sue splendide montagne.
Vi diamo un piccolo indizio: tra i suoi picchi più importanti c’è il Monte Bianco. Se non si era capito, in questo articolo vi porteremo a scoprire i piatti tipici della Valle d’Aosta e dove assaggiarli.

Se v’interessa scoprire la cultura culinaria valdostana tra formaggi, salumi e piatti prelibati, immergendovi tra valli e panorami mozzafiato, continuate a leggere questo articolo sui piatti tipici della Valle d’Aosta e dove assaggiarli!

La storia e le materie prime del territorio

I piatti tipici della Valle d'Aosta e dove assaggiarli - Facciata del teatro romano di Aosta
Facciata del teatro romano di Aosta – Photo by Mathias P.R. Reding on Unsplash

La Valle d’Aosta fonda le sue origini nel lontano IV millennio a.C. periodo a cui risalgono i reperti che provano i primi insediamenti umani nella regione. Nel 25 a.C. invece l’impero Romano fonda in questa regione Augusta Praetoria Salassorum, l’attuale Aosta. L’abbondanza di i reperti e monumenti romani presenti nel capoluogo valdostano (come l’arco di Augusto, la Porta Praetoria e le altre porte romane, il foro e il teatro romano, la cinta muraria e le torri) hanno fatto in modo che Aosta venisse anche chiamata la “Roma delle Alpi”. La Valle d’Aosta ha poi attraversato varie fasi storiche italiane fino a divenire la regione che conosciamo noi oggi.

I prodotti tipici valdostani

Fontina
La Fontina Dop uno dei prodotti d’eccellenza della Val d’Aosta

Prima di parlare dei piatti tipici di questa regione faremo una piccola parentesi raccontandovi di quali siano i prodotti tipici della Valle d’Aosta. Questa regione italiana è un territorio con una morfologia particolare, prevalentemente montuoso. Questa caratteristica ha fatto sì che le eccellenze di questa regione derivassero da attività come la caccia e la zootecnia. Non mancano però l’agricoltura e la coltivazione della vite che si praticano nei versanti più soleggiati e nelle valli che caratterizzano questa bellissima regione.

Per queste ragioni la produzione valdostana di prodotti tipici si concentra molto sui prodotti lattiero caseari. Grazie ai suoi pascoli gli animali hanno sempre una buona dose di foraggio di qualità dal quale deriva la produzione di un buon latte usato soprattutto per la produzione di formaggi, yogurt e burro. Tra i prodotti più famosi abbiamo la Fontina DOP un formaggio famoso in tutta la Valle d’Aosta ma anche in tutta Italia e nel mondo (che tenta in qualche modo di imitare).

Anche la salumeria valdostana produce molte eccellenze tra le quali il Lardo di Arnad Dop, che prende il nome dall’omonima cittadina in cui viene prodotto, e il Vallée d’Aoste jambon de Bosses DOP, un delicato prosciutto crudo aromatizzato con erbe di montagna. Queste sono solo alcune delle eccellenze di questa regione che sono talvolta la base di alcuni dei piatti tipici della Valle d’Aosta.

Seupa à la vapelenentse

Iniziamo quindi dai primi piatti, più precisamente dalla Seupa à la vapelenentse. Questo piatto appartenente alla tradizione gastronomica contadina è una tipica zuppa invernale che prende il nome da Valpelline, un caratteristico paesino tra i monti con poco più di 600 abitanti. La ricetta della Seupa à la vapelenentse viene tramandata da generazioni tra le famiglie valdostane allo scopo di preservarne la tradizione. L’ingrediente principe di questo piatto è il pane bianco, in quanto questo prodotto nelle realtà contadine rappresentava un vero e proprio tesoro da non sprecare, per questo ricette come questa servivano a recuperare questo prezioso ingrediente. La pietanza viene poi completata con il cavolo verza utilizzato per realizzare il brodo, la fontina ed il burro. L’insieme di questi ingredienti rende questo piatto molto saporito e nutriente. Nel paese di Valpelline inoltre, l’ultimo weekend di luglio si svolge la tradizionale sagra della Seupa à la vapelenentse.

Gnocchi alla bava

Questo primo, dal nome un po’ particolare, è una ricetta tipica valdostana molto apprezzata. Tant’è che lo troviamo inserito nel ricettario del 1854 scritto dal capocuoco di re Vittorio Emanuele II con la denominazione di Chenelli alla savoiarda. Il termine chenelli è probabilmente un richiamo alle francesi quenelles, in quanto, all’epoca la cucina francese nelle tavole nobiliari era molto in voga.
Gli gnocchi alla bava sono dunque una preparazione valdostana dalle nobili origini caratterizzata da un sapore deciso e caratteristico. Infatti, il condimento di questa ricetta è una salsa realizzata con il prodotto di punta della Valle d’Aosta ossia la Fontina Dop.

La carbonada

I piatti tipici della Valle d'Aosta e dove assaggiarli - dettaglio di un piatto di Carbonada
Dettaglio di un piatto di carbonada – foto di Blue moon in her eyes, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Passiamo ora ai secondi con un piatto storico della tradizione culinaria valdostana: la Carbonada. Questa preparazione è una sorta di spezzatino che fonda probabilmente le sue origini nel vicino Belgio. Qui infatti possiamo osservare una ricetta simile alla Carbonada valdostana con la differenza però che la carne non viene cotta con l’aggiunta di vino, ma con l’aggiunta di birra scura. In ogni caso, questo piatto invernale tipico della Valle d’Aosta rappresenta un secondo molto saporito, caratterizzato dalla lunga cottura che conferisce alla carne di manzo di primissima scelta la morbidezza tipica di questa preparazione.
Altri ingredienti essenziali sono il mix di aromi e ovviamente il vino rosso, quest’ultimo in particolare conferisce alla Carbonada quel suo tipico e inconfondibile colore scuro.
Il contorno perfetto di questo tipico piatto invernale sono ovviamente delle fette di ottima polenta.

Meculin e i torcetti 

Per concludere questa rassegna alla scoperta della cultura culinaria valdostana parliamo di dolci, in particolare di due preparazioni veramente golose. Il primo è il Meculin, un tradizionale pane dolce preparato per le festività natalizie e con il tempo divenuto per i valdostani la preparazione simbolo di tutte le festività.

I tocetti tra i piatti tipici della Valle d'Aosta e dove assaggiarli.
Torcetti di Saint Vincent – foto di Rollopack, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Il secondo dolce sono i torcetti al burro, i più famosi sono quelli di Saint Vincent. Questo dolce veniva preparato originariamente nei forni comuni mentre si attendeva che quest’ultimi raggiungessero la temperatura ideale per cuocere il pane. I torcetti sono quindi dei golosi biscotti fragranti con un inconfondibile aroma di burro e ricoperti di zucchero, una vera golosità a cui pochi sanno resistere.

Dove assaggiare i piatti tipici della Valle d’Aosta

La Valle d’Aosta ha una vasta offerta ristorativa, c’è davvero solo l’imbarazzo della scelta. Per orientarvi tra ristoranti e locali vi consigliamo qui di seguito alcuni posti in cui poter assaggiare le eccellenze locali.

Dove mangiare in Val d'Aosta
Photo by Des Récits on Unsplash

📍 Ristorante Alpage
Indirizzo: Frazione Breuil-Cervinia Lago Blu, 4, 11028 Valtournenche AO 
Orari: Aperto venerdì, sabato e domenica dalle 12:30 alle 14:30 e dalle 19:30 alle 21:30
sito web  

Il ristorante Alpage è un luogo incantevole dall’arredamento rustico ma accogliente in cui degustare i prodotti tipici valdostani accompagnati da una fornita carta dei vini locali.

📍 Agriturismo Le Moulin Des Aravis
Indirizzo: Località Savin, 55, 11020 Pontboset AO
Orari: aperto dal lunedì al sabato solamente a cena
domenica aperto tutto il giorno
Telefono: 012 58 098 31
sito web

Le Moulin Des Aravis è un accogliente agriturismo in cui si possono degustare le tipicità valdostane a km0 ma con un pizzico di innovazione in quanto il menu fisso varia stagionalmente per permettere alle materie prime di esprimersi al massimo.

📍 Ristorante les fleurs
Indirizzo: Loc, Frazione Les Fleurs, 26, 11020 Gressan AO
Telefono: 016 55 920 03
sito web

Se invece siete alla ricerca di un ristorante che offra una cucina con un equilibrio tra tradizione ed innovazione e con un panorama da urlo, il ristorante les fleur è il posto adatto a voi.


Queste sono solamente alcune delle proposte ristorative della Valle d’Aosta, speriamo però, con questo articolo dedicato ai piatti tipici della Valle d’Aosta e dove assaggiarli, di aver stimolato la vostra curiosità di visitare questa fantastica regione immersa nelle alpi. Voi ci siete mai stati? Quali piatti tipici conoscevate già e avete assaggiato? Scrivetecelo nei commenti e, se vi va, consigliateci altri posti dove gustarli!

Vi ricordiamo di seguire @Kappuccio su Instagram, su Facebook e iscrivervi alla nostra newsletter per rimanere aggiornati sulle cose più belle da fare fuori e dentro l’Italia!

E' arrivato il nostro magazine.

Scopri la bellezza del nostro Bel Paese durante questa stagione autunnale. Tra i boschi più belli da visitare in Italia, i "pumpkin patch" made in Italy, raccolte di posti da brivido e tanto altro.

Per l'avvio del primo numero del magazine del Kappuccio, acquistando l'edizione Autunno 2021 ottieni gratuitamente l'edizione Estate 2021!

💬 Vuoi scoprire i posti più particolari di tutta Italia?Iscriviti alla nostra newsletter mensile! Mandiamo sempre solo le attività più interessanti.
1 Condivisioni

Matteo Corazza

Potrebbe piacerti...

Che ne pensi?

Vogliamo che tu faccia parte del nostro movimento.Crediamo che l'Italia sia il paese più bello al mondo.

E con la nostra newsletter mensile (sì, solo una volta al mese) condividiamo con te gli ultimi articoli, notizie, e cose da fare in Italia, tutto esclusivo e fatto in casa. 😉

Ti aspettiamo dall'altra parte!

Crediamo che l'Italia sia il paese più bello al mondo, per questo vogliamo scoprirlo fino in fondo.

Il mondo sarà pieno di meraviglia, ma l'Italia ne avrà sempre di più. Vogliamo scoprirle tutte e condividerle con te, e se le vuoi ricevere via mail una volta al mese, sai cosa fare! 👇🏼