Tante persone pensano al Portogallo come un Paese surrogato della sua vicina Spagna. Beh, lasciate che vi dica una cosa: Spagna e Portogallo non potrebbero essere più diversi, e no non solo perché da una parte si parla spagnolo e dall’altra portoghese.

Avete presente le vaste pianure piuttosto aride e calde dell’Andalusia? O le imponenti città come Madrid e Barcellona? Sì? Bene, scordatevi tutto ciò. Montagne, colline, scogliere a picco sull’oceano e tanto tanto verde. Ecco com’è in realtà il Portogallo. 

In tutto questo tripudio di natura selvaggia, ecco spuntare poi la città più grande del Paese, nonché capitale: Lisbona. Oggi ve la racconto e vi racconto cosa vedere assolutamente.

Lisbona, cosa vedere assolutamente: l'unica guida che vi servirà per sapere cosa fare e dove mangiare

Innanzitutto dovete sapere che la città è stata completamente distrutta nel 1755 da un fortissimo terremoto e quindi quasi tutto ciò che vedrete è frutto del grandioso piano di ricostruzione del primo marchese di Pombal, Sebastiao José de Carvalho e Melo, all’epoca Primo Ministro del Paese.

Invece di ricostruire sulle orme della vecchia città medievale, decise di basarsi sulle regole urbane dell’illuminismo e così venne creata una delle più moderne città dell’epoca. Impressionante no?

Per questo e per altri motivi, penso che Lisbona sia una di quelle città che o piace o non piace. E’ anche vero però che molto fa il tempo perché con la pioggia tende ad apparire molto più triste.

Dovete tener conto che è una città uscita da poco da una grave crisi economica e solo negli ultimi cinque anni si è dedicata alla sua ristrutturazione e manutenzione, per questo vi capiterà di vedere moltissime gru e impalcature, così come tanti immobili abbandonati e rovinati.

Lisbona, cosa vedere assolutamente: l'unica guida che vi servirà per sapere cosa fare e dove mangiare

La parte più bella e caratteristica è sicuramente il centro storico, situato nel Barrio Alto, che merita essere visitato a bordo di uno dei piccoli tram caratteristici della città.

Consiglio n.° 1: a meno che non siate maratoneti o alpinisti, vi consiglio di non provare a girare a piedi i vari quartieri, io ho avuto la malaugurata idea di raggiungere a piedi il castello il primo giorno e, arrivata su, sentivo il bisogno di un trapianto cuore-polmoni.

Consiglio n.° 2: se avete poco tempo, salite a bordo di un TucTuc per fare bel giro guidato per tutta la città.

Se invece spenderete almeno 4/5 giorni a Lisbona, continuate a leggere per scoprire la lista dei 10 migliori luoghi da visitare.

1. Castelo de Sao Jorge

Questo castello sorge in cima ad una collina, dove probabilmente un tempo vi fu il primo insediamento di Lisbona. Restaurato nel 1938, è una meta obbligatoria per tutti gli appassionati di storia e di reperti medievali, entrando infatti vi sembrerà di ripercorrere il set di serie tv come GOT o Merlin. In più, dalle sue torri potrete godere di una delle viste più alte e belle di tutta la città, ma vi avverto, siate pronti a salire un bel po’ di alti gradini.

2. Sé Patriarcal

Finita la visita al castello, vi consiglio di scendere a piedi per i vicoli del Barrio Alto fino a raggiungere, 200m più in giù, la Cattedrale di Lisbona. 
E’ stata costruita poco dopo la riconquista cristiana da parte di Alfonso I Henriquel nel 1147. Dopo i vari terremoti che hanno colpito la città, è stata ricostruita e restaurata numerose volte e quello che vediamo oggi è il risultato di tanto lavoro.
Dato il secolo originario di costruzione e le ristrutturazioni avvenute in epoche diverse, dovrete aspettarvi però una cattedrale diversa da quelle a cui siamo abituati in Italia. La struttura infatti rispecchia a pieno lo stile medievale e gotico con minimi tocchi di barocco e romanticismo. Altissimi soffitti, robuste colonne in pietra, atmosfera cupa e stile essenziale sono ciò che contraddistingue questa Cattedrale. Personalmente l’ho trovata molto affascinante proprio per la sua sobrietà, ma mi rendo conto che possa lasciar perplessi gli amanti di stili più sfarzosi.

3. Torre de Belém

Nel famoso quartiere di Belém, a 15 minuti di macchina dal centro, sorge uno dei simboli della città, nonché uno dei monumenti più conosciuti di tutta Lisbona. Questa torre fu eretta nel 1514 sulle sponde del fiume Tago (l’acqua che vedete da Lisbona è quella del fiume, non dell’oceano, sappiatelo) da Francisco de Arruga, per poter sorvegliare le navi che entravano nella città e per simboleggiarne la sua potenza. Il suo stile manuelino così come il materiale usato per costruirla, sono tipici dell’epoca in cui fu costruita, ma si possono notare influenze moresche, gotiche e rinascimentali che insieme formano un connubio più unico che raro. Il consiglio è di fare un giretto anche al suo interno. Dato il quartiere ricco di monumenti potreste fermarvi lì mezza giornata e avere così l’opportunità di mangiarvi un ottimo dolcetto alla Pasteleria de Belém.

4. Monasterio dos Jerònimos

Sempre all’interno di Belém, vicino alla Torre, si trova l’imponente monastero cinquecentesco. Al suo interno si trova la tomba del celebre Vasco de Gama, il navigatore che fece diverse spedizioni in India e America all’inizio del 1500.
L’architettura sia esterna che interna è ricchissima di dettagli scolpiti nella pietra e lo stile, soprattutto del chiostro interno è molto simile a quello della Torre di Belém, tipicamente Manuelino. A mio avviso è uno dei più bei monasteri presenti in Europa e credo anche uno dei più grandi. La cosa bella poi è che se non avete voglia di far fila e spendere soldi per entrare nei chiostri, potrete visitare gratuitamente comunque la sua chiesa.

5. Parque das Naçoes

Ideato in occasione dell’ultima Expo svoltasi a Lisbona nel 1998, il Parco delle Nazioni è un quartiere moderno ad Est della città, costruito sul fiume. La sua attrazione principale è il bellissimo Oceanàrio, uno dei più grandi acquari del mondo che vanta centinaia di specie acquatiche suddivise per habitat. Un luogo perfetto per grandi e piccini che merita essere visitato per almeno mezza giornata. Non preoccupatevi per il pranzo, al suo interno ci sono bar e piccoli ristoranti dove rifocillarsi.

6. Igreja do Carmo

Questa chiesa e il suo convento del tardo 1300, erano uno dei principali luoghi di culto di Lisbona, prima del crollo del tetto a causa del terremoto del 1755. Oggi fra le rovine con bellissime arcate gotiche, è allestito il museo archeologico. L’Igreja do Carmo è sicuramente uno dei monumenti più affascinanti della città, forse anche per la sua unicità. In effetti, trovo che al suo interno si respiri un aria un po’ mistica.

7. Sao Roque

Costruita nel cinquecento dai gesuiti, questa chiesa, che dall’esterno potrebbe apparire anonima, spicca invece tra le altre per i suoi interni decisamente più sfarzosi, in particolare nella cappella di San Giovanni Battista. Il suo stile rispecchia molto di più le chiese barocche italiane grazie a tutte le pietre preziose incastonate, ai marmi pregiati e a tutto l’oro e l’argento che l’arricchiscono ulteriormente. Consiglio: quando entrare, alzate gli occhi e ammirate il magnifico affresco che decora il soffitto, vi lascerà a bocca aperta.

8. Sintra

Credits: @unesennyiwetrom
Credits: @joaovtelles

Se siete riusciti a visitare tutti i monumenti principali di Lisbona e avete ancora tempo a disposizione, o se è la vostra seconda visita in questa città, vi consiglio caldamente di prendere il treno e andare a Sintra. E’ stata la residenza estiva dei reali Portoghesi dal 1200 al 1800 ed è situata su una collina, immersa nel verde. L’atmosfera che si respira è storica e romantica, perfetta per chi ama i paesaggi d’altri tempi. Il consiglio generale è di dedicare a questa visita un’intera giornata, perché c’è davvero tanto da vedere. 

9. Litorale di Cascais

credits: @dedimon

Se siete partiti alla volta del Portogallo e di Lisbona per godervi anche un po’ l’oceano, allora non potete di certo evitare di dedicarvi una gita sul litorale di Cascais. Questa provincia è famosa per le sue case a picco sulle scogliere bagnate dall’Atlantico. Bellissime le spiagge sabbiose che dividono Cascais da Lisbona, per questo è consigliabile noleggiare un’auto per poter ammirare al meglio tutto il lungomare. Vi avverto però, a meno che non siate abituati alle acque gelide dell’oceano evitate di farvi il bagno al di fuori della stagione più calda.

10. Palàcio dos Marqueses da Fronteira

Credits: @alexandrapereira
Credits: @lilia_ornelas_mata

Nella parte nord di Lisbona, fuori dal centro storico, avrete l’opportunità di visitare questo bellissimo palazzo che fu la residenza di caccia seicentesca del marchese di Fronteira. Il fiore all’occhiello sono sicuramente i suoi bellissimi giardini alla francese decorati con statue, pannelli di maioliche (i famosi azulejos) e raffigurazioni allegoriche delle stagioni e dello zodiaco. 

Bene, ora che vi ho parlato dei luoghi più belli da vedere, mi sembra però giusto e doveroso indicarvi 5 tra i migliori posti dove mangiare a Lisbona, così da riprendere tutte le calorie consumate nei vari sali-scendi per la città.

1. Mercado do Ribeira

Così come nelle principali città spagnole, anche in Portogallo meritano essere visitati i mercati comunali al coperto.
Il Mercado do Ribeira l’ho trovato particolare sopratutto per la sua organizzazione e per la divisione tra la zona di mercato, che ad una certa ora chiude, e la zona ristoro.

Per questo motivo a parer mio, merita andarci per un pranzo veloce, ma super sfizioso e avrete solo l’imbarazzo della scelta! Il perimetro è ricco di piccoli chioschi che cucinano ogni tipo di specialità portoghese, orientale, giapponese, americana, sud americana e anche italiana!

Scegliete ciò che preferite e accomodatevi in uno dei tanti banconi distribuiti al centro del mercato. Sarà un’esperienza davvero tipica. 

Lisbona, cosa vedere assolutamente: l'unica guida che vi servirà per sapere cosa fare e dove mangiare

Indirizzo: Av. 24 de Julho, 1200, Lisbona

Orari: dalla Domenica al Mercoledì 10AM – 12AM
dal Giovedì al Sabato 10AM – 2AM

2. Alma

Credits: @renateruge
Credits: @nofishnoseafood

Uno dei migliori ristoranti presenti in tutta Lisbona, e di fatti non per niente è uno dei pochi stellati della città. L’ambiente è molto curato, ma non troppo chic. Le luci calde soffuse, le sedie e i tavoli rotondi in legno e le bottiglie esposte, gli danno un tocco sofisticato a metà tra uno stile orientale e uno antico. I piatti sono molto particolari e le porzioni abbastanza ridotte, per questo forse la scelta migliore è sicuramente il menù degustazione. Ce ne sono un paio tra cui scegliere e ognuno è composto da circa 7/8 portate, il prezzo va dai 100 ai 130 euro. Il prezzo medio a persona per il menù à la carte invece, solitamente si aggira sui 75 euro.
Non sarà economico, ma per gli appassionati è sicuramente una tappa gastronomica che merita. Il consiglio? Prenotate almeno 4/5 giorni prima se volete trovare posto. 

Indirizzo: Rua Anchieta 15, Chiado, Lisbona

Orari: dal Martedì alla Domenica 12:30PM – 3.30PM / 7PM – 11PM

3. Rossio

Questo ristorante e logge-bar a mio parere meriterebbe anche solo per la splendida vista di cui si può godere la sera. E’ situato infatti al settimo piano dell’hotel Altis Avenida Palace, in pieno centro storico e il bello è che le sue pareti sono tutte in vetro, quindi anche se piove e non potrete uscire in veranda, godrete comunque di una vista magica.
Il cibo però è molto raffinato e un po’ stile nouvelle cousine, con porzioni non certo abbondanti, ma di gran classe e dai sapori particolari.
Sicuramente merita, ma preparatevi a metter mano al portafogli.

https://www.instagram.com/p/ByVMk46oEOs/

Se il cibo non è di vostro interesse però, consiglio comunque il posto per un aperitivo sul tardi, i cocktail sono davvero ottimi.

Indirizzo: Rua 1º de Dezembro 120, Hotel Altis Avenida, Lisbona

Orari: tutti i giorni 11AM – 12AM

4. O Chefe e o Mar

Se vi dicessi che in questo piccolo ristorante, dall’arredamento un po’ anni ’60, ho mangiato degli uramaki della casa così buoni che a Milano potrete trovarne di simili solo in ristoranti giapponesi super costosi, mi credereste? Beh vi assicuro che è così.
Se c’è una cosa che poi ho appreso in questo viaggio è che, dove trovi giapponesi in ristoranti di pesce, puoi star tranquillo che mangerai bene.
La cosa più straordinaria, inoltre, è che il bravissimo chef è un simpatico uomo venezuelano che si è formato per anni in Giappone. Tuttavia, se non vi piace il sushi, ma amate pesce e molluschi, questo è comunque il posto che fa per voi. Per chi ama accompagnare il cibo con del buon vino poi, non resterà deluso dalla scelta a disposizione.
Consigliatissimo il polpo in tempura e il baccalà tipico Portoghese accompagnati da un Greco di Tufo made in Portugal.
Il prezzo, nonostante la qualità del pesce, è comunque abbordabile, ma dato che il posto è un po’ piccolo, è consigliabile prenotare. 

Indirizzo: Rua Convento da Encarnacao 1, Lisbona

Orari: dal Martedì alla Domenica 5PM – 11.30PM

5. Pastéis de Belém

Guardate che coda!

Credits: @maaryon2,@annatravels

Quest’ultimo posto dove vi consiglio di andare, non è un ristorate, ma una pasticceria-caffetteria.

Tutto qui? Assolutamente no.

Questa pasteleria infatti è l’unica a vendere gli originali Pastéis de Belém, i tipici pasticcini portoghesi fatti di pasta sfoglia e di una crema morbida e burrosa al suo interno. Insomma, un po’ come la pasticceria Sacher a Vienna.
Potete decidere se sedervi al tavolo e mangiarne uno accompagnato da té o cappuccino oppure se farvene confezionare quanti volete da portar via.

Nota a favore? In ogni caso, verranno serviti bollenti e appena sfornati!  

Indirizzo: Rua de Belem No 84 a 92, Lisbona

Orari: tutti i giorni, 08 AM – 11PM

Ve lo avevo detto no? Se avete sotto mano questa guida, non ve ne servirà nessun’altra per godervi Lisbona appieno. Coccolatevi dalle brezze marine dell’oceano Atlantico, gustate le loro uniche Pastéis de Belém e ovviamente, scattatevi tante tante foto!

Potete trovare le nostre altre guide nella categoria Portogallo.

Vi ricordiamo di seguire @Kappuccio su Instagram, su Facebook e iscrivervi alla nostra newsletter per rimanere aggiornati sulle cose più belle da fare fuori e dentro l’Italia!

💬 Vuoi scoprire i posti più particolari di tutta Italia?Iscriviti alla nostra newsletter mensile! Mandiamo sempre solo le attività più interessanti.
112 Condivisioni