10 attività particolari da fare a Genova

0 Condivisioni

Quando si vive tutta la vita in una città, talvolta si ha la sensazione che le passioni si assopiscano. E sembra persino impossibile trovare 10 attività da fare a Genova. La tua casa. Che conosci alla perfezione. Che attraversi ogni giorno. Ma come diceva Proust:


Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell’avere nuovi occhi.

Vogliamo essere gli occhi per voi in una terra che credevamo non avesse più nulla da raccontarci e che invece è capace ancora di sorprenderci. In attesa che scopriate dal vivo le emozioni che suscita.

1. Fare il percorso dei forti

I forti di Genova sono un complesso di fortificazioni militari erette in epoche diverse. Sono suddivisi in due sistemi, uno detto centrale, l’altro orientale, separati dalla valle del torrente Bisagno.

Ci sono molti percorsi che li uniscono e che sono meta di appassionati camminatori. Due i principali: uno che inizia sulle alture di Belvedere vicino al quartiere di Sampierdarena e l’altro che si approccia su quelle di Quezzi oltre la Valbisagno. Questa è forse un’attività per esperti se la si vuol compiere in tutta la sua completezza, ma attuabile da chiunque se limitata ai sentieri più semplici. Rimane tuttavia un itinerario culturale importante, un modo alternativo per vivere la città nella sua dimensione più selvaggia.

2. Fotografare dalle alture

Attività da fare a Genova: fotografare
Veduta di Genova dalle alture ©massimo sini

Per i camminatori meno avventurosi le alture più dolci possono rappresentare un notevole punto d’approdo da dove cogliere immagini sublimi del profilo di Genova. Dal quartiere di Castelletto per esempio e dal suo Belvedere: la Spianata. Raggiungibile grazie a uno dei percorsi verticali tanto utili e cari agli abitanti. Un ascensore collegato a una galleria in stile Belle Époque. O al quartiere di Granarolo altrettanto meraviglioso come luogo di posa.

3. Un’attività da fare a Genova per ritemprarsi: recarsi a Nervi

Un'attività da fare a Genova per ritemprarsi: Nervi
Porticciolo di Nervi ©nicoletta spinozzi

Nervi è un quartiere residenziale, l’ultima porzione di territorio facente parte del comune di Genova. Un tempo era autonomo e di questa indipendenza conserva alcuni tratti.

Le caratteristiche che ne fanno un luogo amabile e visitabile per tante ragioni sono tante. (Forse una meta già di per sè unica). La lunga passeggiata che costeggia il suo profilo, a strapiombo sulla scogliera e il mare, intitolata ad Anita Garibaldi, è lunga quasi due km. Le tante chiese al cui interno si trovano opere d’arte scultorea. Le Ville sedi di musei. Le architetture militari. Le aree naturali marine con fondali di particolare interesse e verdi distribuite nei Parchi il cui accesso è possibile anche attraverso i varchi posti lungo la passeggiata. A levante del parco di Villa Garibaldi si trova dal 1981 il famoso Roseto. Presso quello di Villa Grimaldi Fassio in estate si tiene il festival di musica e balletto.

4. Immergersi nelle ville e nei parchi genovesi

Attività da fare a Genova: visitare parchi e ville
Villa Duchessa di Galliera Voltri ©nicoletta spinozzi

I parchi di Nervi non sono gli unici luoghi verdi in città disposti a dare rifugio a chi cerca un’oasi di pace.

Dalla parte diametralmente opposta c’è per esempio la Villa Duchessa di Galliera di Voltri (gratuita). Un parco storico di 32 ettari e 18 km con il suo giardino all’italiana, il teatro del 1785, il bosco, il castello neoromanico con grotte e cascate artificiali. Gli ulivi, i daini, le caprette tibetane, e l’antico Santuario N.S. delle Grazie.

A Pegli invece sorge la Villa Durazzo Pallavicini ( ingresso con biglietto): un giardino che si sviluppa su una collina di 8 ettari, strutturato come un racconto teatrale con prologo, atti, scene ed esodo, i suoi giochi d’acqua.

In centro città c’è Villetta Dinegro, un parco pubblico situato nel quartiere di Castelletto. Ci sono una serie di viali che salgono verso l’alto, una cascata, e, al suo interno, viene ospitato il Museo d’Arte Orientale intitolato a Edoardo Chiossone (incisore).

5. Visitare il Cimitero monumentale di Staglieno

Meriterebbe un articolo a sè. Per chi ama l’arte il Cimitero Monumentale di Staglieno è infatti una tappa fondamentale, un vero e proprio museo a cielo aperto. Inaugurato nel 1851, è pervaso dall’aroma della storia. Dalla tomba di Giuseppe Mazzini al cimitero dei soldati inglesi. Dalle statue accarezzate dalla polvere che dona loro imperdibili chiaroscuri, alle architetture funerarie più complesse. Dagli artisti che vi riposano (Fabrizio De Andrè, Lele Luzzati…) ai sacrari di guerra. In poche scarne parole uno dei cimiteri più importanti d’Europa.

6. Fare il giro della città con il trenino

Attività da fare a Genova: tour della città con i trenini
Trenino Pippo ©nicoletta spinozzi

Pippo e Pippetto sono due treni che si vedono spesso girare per le vie del centro cittadino.

Pippo è il maggiore ha una locomotiva bianca e rossa e due carrozze al coperto dove accomodarsi per farsi trasportare in una visita che, con partenza dal Porto Antico, in piazza Caricamento, attraversa tra le altre, via Gramsci, la lussuosa via XXV aprile, Piazza Dante, la centrale Piazza De Ferrari, piazza Carignano, il ponte Monumentale, via Balbi, la via universitaria, il Palazzo del Principe, la Commenda di Prè, il Museo Galata e l’Expo.

Pippetto è bianco, svolge il servizio solo nella stagione estiva partendo dalla Stazione Marittima ed è un poco più piccolo visto che deve spostarsi tra gli stretti vicoli, tra cui Via Prè, Via del Campo, Via San Lorenzo, Piazza Fossatello.

7. Visitare i Palazzi dei Rolli

Rientra di buon grado tra le 10 attività da fare a Genova.
Sono sontuosi palazzi, (42 di numero quelli presi in considerazione), che fanno parte, assieme alle Strade nuove, del complesso dichiarato dal 2006 Patrimonio dell’Umanità da parte dell’Unesco.

Se alcuni edifici privati sono visitabili solo in particolari occasioni, chiamate Rolli days, molti altri, appartenenti agli enti pubblici o divenuti musei, sono sempre accessibili, per organizzare visite dall’alto valore culturale. I Rolli days invece, solitamente, si tengono in autunno e primavera, l’ingresso in molti palazzi è gratuito, l’accessibilità varia a seconda della disponibilità concessa e ci sono guide che aiutano a comprendere la loro affascinante storia.

8. Un’attività tipicamente genovese: il giro delle focaccerie

Attività da fare a Genova: tour focaccerie
Focaccia di Priano (Voltri) ©nicoletta spinozzi

Esiste un’unità di misura precisa per quantificare la porzione ideale di focaccia: la slerfa. Esistono pratiche che fuori dalla Liguria potrebbero essere considerate con orrore: pucciarla nel cappuccino.

La focaccia, in ogni caso, regna incontrastata tra i cibi di strada. Perché quella è la sua collocazione ideale. Tra le mani, avvolta nella carta, mentre si passeggia. Allora può diventare persino un’attività da fare a Genova senza provare imbarazzo ricercare le migliori focaccerie. Da Nervi a Voltri se ne trovano tantissime, per ogni gusto. Benché sia sempre e solo composta di acqua, farina, sale e olio, nei suoi ingredienti fondamentali, non esisterà mai una focaccia uguale alle altre. Anzi ci sono teorie che dividono ed accendono infuocati dibattiti. L’unica via d’uscita è assaggiarne il più possibile!

9. Salire sulla Lanterna, il simbolo di Genova

La Lanterna di Genova © nicoletta spinozzi

Accanto al Terminal traghetti si sviluppa una passeggiata di 800 mt sovrastanti le banchine del porto. La sola via per accedere alla Lanterna, simbolo di Genova, con i suoi 77 metri di altezza che la rendono il faro più alto del Mediterraneo. Lei vi apparirà, immensa e imponente. Altrimenti dispettosa nel nascondersi all’obbiettivo fotografico se non la si omaggia con una visita da vicino. È accessibile anche all’interno, previo pagamento di un biglietto; e per chi non teme di risalire la lunga scalinata, sarà una gioia percorrerne una parte per arrivare da lassù a godere del panorama mozzafiato che la circonda.

10. Un’attività che parte da Genova: i viaggi con i battelli

Vaporetti in partenza dal Porto Antico ©nicoletta spinozzi

Si parte dal Porto Antico di Genova con i battelli. Ma si arriva lontano. La città diventa un mezzo. Il punto di partenza per altri lidi. Come è nella sua natura di via di fuga. Per l’immaginazione, ma anche nella realtà. Da qui si possono facilmente raggiungere altre bellezze tutte liguri: Portofino, San Fruttuoso di Camogli, le Cinque Terre (leggete il nostro articolo Itinerario dei luoghi del film Luca per saperne di più), Portovenere. E nel farlo si potrà ammirare la bellezza della costa. Dalla primavera all’autunno le compagnie che svolgono questa attività organizzano inoltre anche un emozionante viaggio di avvistamento nel Santuario dei Cetacei.

Attività da fare a Genova
Genova Piazza De Ferrari ©nicoletta spinozzi

Le attività che abbiamo provato a racchiudere sono molte. Per occupare poche ore o giornate intense. Per divertirsi e rilassarsi, godere del buon cibo di strada o saziare la fame di cultura. Spaziano dal mare ai monti. Circoscritte o itineranti. Multiformi, come una città mai stanca, in continuo movimento. Potrete così visitare Genova e cogliere di lei il meglio, gli aspetti conosciuti e quelli quasi nascosti. Amarla come capita alla sua gente.

Vi ricordiamo di seguire @Kappuccio su Instagram, su Facebook e iscrivervi alla nostra newsletter per rimanere aggiornati sulle cose più belle da fare fuori e dentro l’Italia!

💬 Vuoi scoprire i posti più particolari di tutta Italia?Iscriviti alla nostra newsletter mensile! Mandiamo sempre solo le attività più interessanti.
0 Condivisioni

Nicoletta Spinozzi

Potrebbe piacerti...

Che ne pensi?

Vogliamo che tu faccia parte del nostro movimento.Crediamo che l'Italia sia il paese più bello al mondo.

E con la nostra newsletter mensile (sì, solo una volta al mese) condividiamo con te gli ultimi articoli, notizie, e cose da fare in Italia, tutto esclusivo e fatto in casa. 😉

Ti aspettiamo dall'altra parte!

Crediamo che l'Italia sia il paese più bello al mondo, per questo vogliamo scoprirlo fino in fondo.

Il mondo sarà pieno di meraviglia, ma l'Italia ne avrà sempre di più. Vogliamo scoprirle tutte e condividerle con te, e se le vuoi ricevere via mail una volta al mese, sai cosa fare! 👇🏼