I piatti tipici di Roma e dove mangiarli

1 Condivisioni

Il celebre autore e cantante Fiorini, secondo Kappuccio, aveva proprio ragione: Roma è una città ricca di fascino e unica al mondo. Oggi però, Kappuccio non è qui per parlarvi delle bellezze della Città eterna, quanto delle sue squisitezze che ritroviamo nei piatti tipici romani della tradizione.

Quanto sei bella Roma
Quanto sei bella Roma a prima sera
Gira se la voi girà
Canta se la voi cantà

L. Fiorini

Pronti a scoprire i piatti tipici romani e i posti migliori dove mangiarli? Continuate a leggere!

La Carbonara

Partiamo da uno dei piatti tipici romani più famosi al mondo: sua maestà la pasta alla carbonara.
Guai a chi ci mette la panna! La vera carbonara prevede solo uova, pecorino, guanciale e pepe.
Per approfondire meglio, potete leggere il nostro articolo interamente dedicato qui.

Dove: Da Flavio a Velavevodetto

📍Indirizzo: Via di Monte Testaccio 97
Piazza dei Quiriti 4/5
Orari:
Sito

La Cacio e Pepe

Se siete vegetariani, questo è il primo piatto romano che non potete perdervi. A differenza della gricia e della carbonara (ma anche della celebre amatriciana), qui non c’è traccia di carne. I protagonisti indiscussi infatti sono il pecorino e tanto pepe macinato.

Dove: Da Roberto e Loretta

📍Indirizzo: Via Saturnia, 18
Orari: da Martedì alla Domenica 12:15 – 16:00
Sito

La Gricia

A metà tra una carbonara e una cacio e pepe, la gricia è un primo a base di crema di pecorino, pepe e guanciale croccante. Insomma, la via di mezzo ideale per quando siete indecisi nella scelta del vostro piatto di pasta romano.

Dove: Osteria Bonelli

📍Indirizzo: Viale dell’Acquedotto Alessandrino, 174
Orari: dal Lunedì al Sabato 13:00 – 15:30 / 20:00 – 23:30
Sito

L’Abbacchio

Altro non è che il nome usato a Roma per indicare l’agnello da latte. L’abbacchio è un piatto tipico della tradizione romana sopratutto a Pasqua e può essere cucinato in diversi modi. I più comuni sono: scottadito (alla griglia), impanato (solitamente poi fritto), al forno o alla cacciatora in padella.

Dove: Trattoria da Cesare

📍Indirizzo: Via del Casaletto 45
Orari: dal Lunedì alla Domenica 12:45 – 15:00 / 19:45 – 23:00
Chiuso il Mercoledì
Sito

Supplì

Il cibo da strada per eccellenza a Roma è lui: il supplì. Negli anni, cuochi professionisti e non, si sono sbizzarriti con panature e ripieni, ma il classico rimarrà sempre e solo uno: quello con pomodoro e cuore filante di mozzarella. Si perché ricordate che un buon supplì, quando di apre, deve rigorosamente filare “a telefono”!

Dove: Casa del supplì

📍Indirizzo: Piazza re di Roma, 20
Orari: dal Lunedì al Sabato 10:00 – 22:00
Sito

Oppure: Supplizio – cibo di strada

📍 Indirizzo: Via dei Banchi Vecchi, 143
Orari: dal Lunedì al Sabato 11:30 – 16:00 / 16:30 – 21:30
Sito

Carciofi alla Giudia

Piatto tipico della tradizione ebraico-romanesca. Non è altro che un carciofo aperto a fiore e fritto in abbondante olio. Solitamente è servito come antipasto o contorno. Il bello sta nello staccare una fogliolina alla volta e mangiarle come se fossero patatine!

Dove: Ba’ghetto (il più antico ristorante ebraico di Roma)

Indirizzo: Via Livorno, 10
Via del Portico d’Ottavia, 57 / 2A
Orari: Via Livorno 12:00 – 15:00 / 18:00 – 23:00
Via del Portico d’Ottavia 12:00 – 23:00
Chiuso Venerdì a cena e Sabato a pranzo
Sito

Coda alla Vaccinara

Questo secondo è uno dei piatti tipici di Roma e della sua tradizione culinaria più povera. Ha origine nelle vecchie osterie dell’antico quartiere romano in cui abitavano coloro che macellavano i bovini: i cosiddetti ‘vaccinari2.
Questo piatto si prepara tradizionalmente con la coda di bue, ma in alternativa può essere utilizzata anche quella di vitello. In questo caso la carne resterà più tenera e richiederà un tempo di cottura più breve.
La coda di bue, infatti, viene solitamente fatta stufare a lungo, a fuoco basso e coperta, insieme a un trito di verdure e pomodori pelati. Questo metodo di cottura consente sia al sugo che alla carne di insaporirsi bene e mantenere anche quest’ultima più morbida.

Nonostante rappresenti di per sé un secondo, spesso e volentieri la coda alla vaccinara viene usato come sugo per arricchire un primo di pasta.

Dove: Sora Lella

📍Indirizzo: Via Ponte Quattro Capi, 16
Orari: 12:30 – 16:00 / 19:30 – 23:00
Dal 1 luglio chiusi la Domenica
Sito

Saltimbocca alla romana

Sapevate che i saltimbocca alla romana sono uno dei piatti italiani più famosi all’estero? Pensate che hanno la stessa fama degli spaghetti al pomodoro! In effetti, non c’è poi da stupirsi molto, visto che rappresentano un secondo piatto davvero succulento. Si tratta di sottile fettine di vitello infilzate con una fetta di prosciutto crudo e una foglia di salvia, poi cotte in abbondante burro, olio e sfumate con vino bianco.
La ricetta, nel corso del tempo, ha subito varie modifiche o personalizzazioni: come per esempio un’infarinatura prima della cottura o la sostituzione del burro con l’olio. Molti usano anche arrotolarli prima di cuocerli, in modo che sia ancora più facile che “saltino in bocca” in un sol boccone!

Dove: Osteria da Fortunata

📍Indirizzo: Via del Pellegrino, 11
Piazza della Cancelleria, 87
Corso del Rinascimento, 17
Orari: tutti i giorni orario continuato
Sito

Coratella

Piatti tipici di Roma: coratella
Foto di @trecca_roma

Con questo nome, a Roma, si indicano le interiora degli animali come coniglio, agnello e pollame. Come per l’abbacchio, la Coratella rappresenta un piatto tipico romano sopratutto durante le festività. Parlando di interiora, c’è a chi piace e a chi no, ma nelle trattorie di Roma, la troverete sicuramente tutto l’anno.
Le interiora vengono solitamente prima marinate con acqua, aceto e alloro e poi stufate con le cipolle soffritte nell’olio, il vino bianco e l’aceto di vino bianco.

Dove: Trecca – cucina di mercato

📍Indirizzo: via Alessandro Severo, 222
Orari: dal Martedì alla Domenica 12:30 – 15:00
Sito

BONUS: L’Amatriciana

Eccoci arrivati anche a lei, l’amatriciana! Questa golosa pasta al sugo arricchita con tanto pecorino, pepe e guanciale croccante.
Abbiamo voluto inserire la famosa amatriciana solo come bonus in quanto sia tratta di un piatto tipico della città della città di Amatrice, e non di Roma.
Tuttavia, ciò non vuol dire che non ci siano ottimi ristoranti a Roma dove meriti mangiarla!

Dove: Perilli a Testaccio

📍Indirizzo: Via Marmorata 39
Orari: tutti i giorni 12:15 – 15:15 / 19:15 – 23:15
Sito


Dopo questa carrellata di piatti tipici romani, non vi è venuta voglia di un po’ di buon cibo tradizionale? Speriamo di sì! Ora sapete anche i posti imperdibili dove gustarveli in caso capitaste a Roma.

Vi ricordiamo di seguire @Kappuccio su Instagram, su Facebook e iscrivervi alla nostra newsletter per rimanere aggiornati sulle cose più belle da fare fuori e dentro l’Italia!

💬 Vuoi scoprire i posti più particolari di tutta Italia?Iscriviti alla nostra newsletter mensile! Mandiamo sempre solo le attività più interessanti.
1 Condivisioni

Carolina Marino

Potrebbe piacerti...

Che ne pensi?

Vogliamo che tu faccia parte del nostro movimento.Crediamo che l'Italia sia il paese più bello al mondo.

E con la nostra newsletter mensile (sì, solo una volta al mese) condividiamo con te gli ultimi articoli, notizie, e cose da fare in Italia, tutto esclusivo e fatto in casa. 😉

Ti aspettiamo dall'altra parte!

Crediamo che l'Italia sia il paese più bello al mondo, per questo vogliamo scoprirlo fino in fondo.

Il mondo sarà pieno di meraviglia, ma l'Italia ne avrà sempre di più. Vogliamo scoprirle tutte e condividerle con te, e se le vuoi ricevere via mail una volta al mese, sai cosa fare! 👇🏼