Itinerario di Bologna in un giorno

1 Condivisioni

Bologna è conosciuta come la Dotta, la Rossa e la Grassa, tre aggettivi che racchiudono perfettamente la sua essenza. Dotta perché vanta il primato della più antica Università d’Europa (1088); rossa perché osservata dall’alto si mostra come una distesa rossa di tetti e palazzi; grassa per via della sua eccellente tradizione gastronomica, ricca di sapori e tradizioni.
Camminare tra le sue strade vuol dire permetterle di accoglierti nel suo caloroso abbraccio scandito da portici, piccole botteghe e chiese incantevoli. Varrebbe la pena dedicarle qualche giorno per godere della sua storia e della sua bellezza, ma sei il tempo del vostro soggiorno è limitato può essere utile il nostro itinerario di Bologna in un giorno.

Se siete solo di passaggio in città, seguite il nostro itinerario di Bologna in un giorno! Siete pronti?

Parco della Montagnola

Il nostro itinerario di Bologna in un giorno si apre con lista dall'alto del Giardino della Montagnola su via Indipendenza.
Vista dall’alto del Giardino della Montagnola su via Indipendenza.

A pochi passi dalla stazione inizia una delle strade principali, via Indipendenza, perfetta per fare shopping e acquisti vari. Proprio imboccando il viale, su un lato, si vedrà quasi subito una maestosa ed elegante scalinata denominata il Pincio. Riconoscibile per la struttura elegante e principesca, al centro, in basso, accoglie anche un fontana in marmo, opera di Diego Sarti e Pietro Veronesi. Questa scalinata è uno degli ingressi al Parco della Montagnola, il più antico e famoso della città. Una vera e propria oasi di verde che di sera, illuminata dai lampioni, ricrea la suggestiva atmosfera di un romantico boulevard parigino.

Il nostro itinerario di Bologna in un giorno continua con il monumento ai caduti dell'8 agosto 1848 (noto anche come il Popolano) al Parco della Montagnola (lato via Irnerio).
Il monumento ai caduti dell’8 agosto 1848 (noto anche come il Popolano) al Parco della Montagnola (lato via Irnerio).

Il giardino si estende per circa sei ettari: attraversandolo tutto ci si ritrova a uscire su un’altra strada, via Irnerio, sotto i cui portici si trovano tantissimi altri locali e negozietti. Proprio di fronte a questo secondo ingresso/uscita del Parco della Montagnola si trova la famosa piazza VIII Agosto. È qui che ogni venerdì e sabato del mese si tiene uno dei mercati più grandi della città, noto appunto come mercato della Montagnola.
Vi ricordate? Quest’esperienza imperdibile l’avevamo inserita tra le 10 cose particolari da fare a Bologna.

Arena del Sole

La facciata dell'Arena del Sole su via Indipendenza, fra le strade principali.
La facciata dell’Arena del Sole su via Indipendenza, fra le strade principali.

Continuando a percorrere via Indipendenza, ben presto vi troverete accanto una spettacolare facciata in stile neoclassico su cui campeggia l’iscrizione “Luogo dato agli spettacoli diurni“. Questo edificio ospita l’Arena del Sole, un teatro che sorge sotto lo sguardo vigile del grande Monumento equestre di Giuseppe Garibaldi.

La piccola Venezia

Il nostro itinerario di Bologna in un giorno continua con la piccola Venezia di Bologna il cui scorcio si può ammirare da via Piella.
La piccola Venezia di Bologna si può ammirare da via Piella.

Sempre proseguendo su via Indipendenza, un po’ più avanti dell’Arena del Sole, vi consigliamo di fare una piccola deviazione e imboccare una delle sue traverse, via Augusto Righi. Questa strada secondaria ci porta infatti a una delle attrazioni più famose e instagrammabili della città: la finestrella di via Piella. La strada precisa è appunto via Piella, a sua volta traversa di via Righi. Vale la pena allungare di pochi metri la strada per ritrovarsi di fronte a questa graziosa anta rosso mattone che si spalanca davanti a uno scorcio da cartolina che gli è valso l’appellativo di “piccola Venezia”. In questo punto preciso infatti si può ammirare lo scorrere placido del canale delle Moline in mezzo ai palazzi.

Piazza Maggiore

Nel nostro itinerario di Bologna in un giorno non poteva mancare di certo la vista della fontana del Nettuno, nell'omonima piazza.
La fontana del Nettuno di fronte alla rinomata Sala Borsa.

Nel nostro itinerario di Bologna in un giorno non poteva mancare di certo Piazza Maggiore, cuore pulsante della città. Via Indipendenza sbocca proprio di fronte la statua del Nettuno che si trova nell’omonima piazza. La fontana è stata realizzata dall’artista fiammingo Giambologna e si trova di fronte uno dei posti più suggestivi e accoglienti della città: la Sala Borsa. Vi consigliamo caldamente di entrare a curiosare perché oltre ad accogliere una fornitissima biblioteca, potete trovare punti ristoro e, se siete fortunati, incappare a incontri o mostre di vario tipo.

Nel nostro itinerario di Bologna in un giorno non poteva mancare di certo Piazza Maggiore, su cui affaccia la Basilica di San Petronio.
La fontana del Nettuno nell’omonima piazza, di fronte la Sala Borsa.

Piazza Maggiore è il vastissimo spiazzo che si apre superando la fontana del Nettuno. Su di essa affaccia la Basilica di San Petronio, la più grande chiesa della città che, oltre alla sconfinata bellezza dei suoi interni, offre ai visitatori una vista mozzafiato accedendo alla sua terrazza panoramica.

Nel nostro itinerario di Bologna in un giorno non poteva mancare di certo Piazza Maggiore, in questa foto vista dall'alto.
Il panorama su Piazza Maggiore vista dall’alto.

La Piazza accoglie manifestazioni, eventi e d’estate diventa protagonista del cinema sotto le stelle, proiezioni di film all’aperto nella suggestiva atmosfera della piazza.
Se volete saperne di più consultate il nostro articolo sulle 10 cose particolari da fare a Bologna.

Esterno della libreria Nanni, tra le più antiche di Bologna.

Sotto i portici che costeggiano Piazza Maggiore sono nascoste tantissime perle come, per esempio, la Libreria A. Nanni. Questa è tra le più antiche librerie di Bologna: oltre a offrire una vasta scelta di titoli permette di passeggiare tra queste suggestive bancarelle in stile parigino che attraggono lo sguardo e vi fanno avvicinare con aria sognante.

Le due torri

Via Rizzoli, una strada del centro storico di Bologna.
Via Rizzoli, una strada del centro storico di Bologna.

La strada che costeggia tutta l’area di Piazza Maggiore prende il nome di via Rizzoli. Immettendovi vedrete subito le due torri in lontananza e potrete raggiungerle in poco tempo intramezzando la passeggiata con soste nei vari negozi e bar di cui pullulano i portici.

Le due torri, simbolo per eccellenza di Bologna.

Le due torri sono il simbolo per eccellenza di Bologna: la più bassa è la Garisenda, mentre la più alta è la Torre degli Asinelli. Su quest’ultima è possibile salire per godere della vista panoramica della città.
Attenzione però a farlo da studenti: leggenda vuole che porti sfortuna salirci prima della laurea!

Per info e prenotazione per vivere questa esperienza consultate il sito di Bologna Welcome.

Piazza Santo Stefano

Ultima tappa del nostro itinerario di Bologna in un giorno è piazza Santo Stefano. Questo luogo accoglie un complesso unico al mondo conosciuto con il nome di "Sette chiese".
Piazza Santo Stefano accoglie un complesso unico al mondo: il complesso delle “Sette chiese”.

Per concludere il nostro itinerario di Bologna in un giorno, accanto alle torri si può scorgere da un lato la facciata di un palazzo dallo stile indefinito, molto elegante e misterioso. Questo è Palazzo della Mercanzia, situato nell’omonima piazza ed è attualmente sede della Camera di Commercio.
Oltre a invitarvi a soffermarvi sull’incontro dei diversi stili, sia all’interno che all’esterno, vi consigliamo di seguire la stradina laterale denominata via Santo Stefano. Percorrendola per alcuni metri arriverete nell’omonima piazza.
Qui sorge il complesso unico al mondo delle “Sette Chiese”: originariamente composto da sette chiese, rappresentative dei luoghi della Passione di Cristo, oggi ne conta soltanto 4. Vale comunque la pena visitarle per ammirarne l’architettura (di epoche diverse) e i caratteristici cortili e chiostri interni.


Questo era il nostro itinerario di Bologna in un giorno. Ovviamente le cose da vedere sono tantissime e condensarle in poco tempo è praticamente impossibile, se volete lasciatevi ispirare dai nostri consigli sui 10 luoghi sconosciuti della città, i musei gratuiti di Bologna e i piatti tipici da provare.
Vi suggeriamo di considerarli sempre come punto di partenza per decidere posti da vedere, cose da fare o piatti da provare. Quando si viaggia il bello è andare all’avventura, spingersi nei vicoli, tra la gente, seguire il flusso e poi crearne uno nuovo lasciandosi ispirare dall’atmosfera, dai suoni, dai profumi che sentiamo.
Ecco, questo è forse l’itinerario migliore che potremo mai consigliarvi: tracciatelo voi, con i vostri passi, con gli slanci d’istinto e la voglia e la curiosità insaziabile di scoprire e imparare.

Vi ricordiamo di seguire @Kappuccio su Instagram e su Facebook per rimanere aggiornati sulle cose più belle da fare fuori e dentro l’Italia!

💬 Vuoi scoprire i posti più particolari di tutta Italia?Iscriviti alla nostra newsletter mensile! Mandiamo sempre solo le attività più interessanti.
1 Condivisioni

Federica Biasco

Potrebbe piacerti...

Che ne pensi?

Vogliamo che tu faccia parte del nostro movimento.Crediamo che l'Italia sia il paese più bello al mondo.

E con la nostra newsletter mensile (sì, solo una volta al mese) condividiamo con te gli ultimi articoli, notizie, e cose da fare in Italia, tutto esclusivo e fatto in casa. 😉

Ti aspettiamo dall'altra parte!

Crediamo che l'Italia sia il paese più bello al mondo, per questo vogliamo scoprirlo fino in fondo.

Il mondo sarà pieno di meraviglia, ma l'Italia ne avrà sempre di più. Vogliamo scoprirle tutte e condividerle con te, e se le vuoi ricevere via mail una volta al mese, sai cosa fare! 👇🏼