10 cose particolari da fare a Bologna

1 Condivisioni

Bologna è una città vivace, accogliente, ricca di fascino e storia.
Meta prediletta da turisti e studenti, offre possibilità diversificate a seconda di gusti ed esigenze. Ci sono molti posti da scoprire, musei da visitare, piatti tipici da assaggiare.
Ci si può orientare autonomamente, andando in avanscoperta perché, come cantava Dalla, a Bologna non si perde neanche un bambino; oppure si può organizzare un vero e proprio tour personalizzato alla scoperta di luoghi, colori e sapori di questa incantevole città.
Oltre ai luoghi e ai musei da visitare, a Bologna ci sono tante attività da poter fare. Noi di Kappuccio abbiamo deciso di selezionare per voi 10 cose particolari da fare a Bologna.

Siete pronti? Venite con noi a scoprire 10 cose particolari da fare a Bologna!

1. Andare alla scoperta dei sette segreti di Bologna

Tra le 10 cose particolari da fare a Bologna c'è sicuramente l'andare alla scoperta dei sette segreti di Bologna. In foto, la vista sul canale delle Moline dalla finestrella di via Piella.
L’evocativa finestrella di via Piella è uno dei 7 segreti di Bologna.

Leggenda narra ci siano sette segreti legati alla città. Ciascuno di essi aggiunge un tassello alla storia e alla cultura di Bologna e aiuta a comprenderne meglio ogni sfumatura.
Un bel modo per scoprire la città da una prospettiva insolita e avventurosa è andare alla loro ricerca come dei moderni Indiana Jones.
Volete sapere quali sono? Troppo facile! Per non togliervi il gusto ve ne diremo solo qualcuno!

Scatto dal basso delle torri di Bologna.
Sulla Torre degli Asinelli un altro dei 7 segreti di Bologna.

Uno è la piccola Venezia, ovvero l’angolino romantico ed evocativo che si apre dalla finestrella di via Piella sul Canale delle Moline. Un altro dei 7 segreti è il vaso rotto, nascosto e mai ritrovato, lasciato sulla cima della Torre degli Asinelli.
E gli altri? Scopriteli voi!

2. Cimentarvi in uno scioglilingua d’altri tempi

La facciata della Chiesa di San Procolo a via d’Azeglio.

Vi piace mettervi alla prova con giochi di parole e scioglilingua? A Bologna ne esiste uno d’eccezione tutto per voi!
Per alzare il tiro sappiate che è scritto in latino ed è posto su una lapide della facciata esterna della Chiesa di San Procolo. Volete provare?
“SI PROCUL A PROCULO PROCULI CAMPANA FUISSET NUNC PROCUL A PROCULO PROCULUS IPSE FORET. A.D. 1393”

Lo scioglilingua in latino sulla facciata della chiesa.

Ci sono varie interpretazioni: molti attribuiscono a questa iscrizione una vena ironica legata alla serietà e all’impegno richiesti dall’Università di Bologna già a fine Trecento. Procolo, lo studente in questione, secondo questa chiave di lettura sarebbe morto per il troppo studio e finito sepolto nel cimitero del Monastero omonimo.
Benché le altre interpretazioni probabilmente siano più convincenti e storicamente più esatte, a noi piace questa.
In fondo tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo ironicamente pensato di lasciarci le penne sotto una montagna di libri!

📍Chiesa di San Procolo
Indirizzo: via d’Azeglio 52, 40123 Bologna
Orari: dal lunedì al venerdì 7.00 – 11.00
sabato 9.00 – 11.00
domenica 9.30 – 12
Telefono: 051 33 1223

3. Contrattare al mercato della Montagnola

Parte del mercato della Piazzola, meglio conosciuto come mercato della Montagnola.

Tra le 10 cose particolari da fare a Bologna c’è un bel giro al mercato della Piazzola, conosciuto da tutti come il mercato della Montagnola. È uno dei più importanti e grandi a Bologna. Tutti i venerdì e sabato dell’anno piazza VIII Agosto si anima di bancarelle e prodotti di ogni tipo estendendosi fino all’ingresso del Parco della Montagnola.
Appassionati di vintage e collezionisti di oggetti improbabili sto parlando proprio con voi!
Cosa aspettate? Gli affari sono assicurati e i prezzi sono incredibili!

4. Rivivere il genio di Dalla

Tra le 10 cose particolari da fare a Bologna rientra il rivivere il genio di Dalla percorrendo i luoghi amati. Nella foto piazza Cavour cantata nella famosa "Piazza Grande".
Piazza Cavour: la vera Piazza Grande cantata da Dalla.

Bologna è Lucio Dalla. Lucio Dalla è Bologna.
Il maestro è nato e vissuto in questa città per tutta la vita e nessuno come lui ha saputo raccontarla in tutta la sua bellezza e complessità. Passeggiando per la città si ripercorre inevitabilmente parte della sua storia e della sua musica e i cittadini non mancano di ricordarlo con orgoglio esponendo foto e antichi cimeli.
È praticamente impossibile localizzare un unico luogo in grado di raccontare questo grande artista, però possiamo suggerirvi alcuni posti interessanti che vale la pena visitare.

Il disegno di rete metallica dedicato a Dalla a Piazza de' Celestini ritrae il maestro mentre suona il sax fra le rondini.
Il disegno di rete metallica dedicato a Dalla a Piazza de’ Celestini ©federica.biasco

Prima di tutto ci tocca sfatare un mito: Piazza Grande, tra i grandi successi di Dalla, non si riferiva a Piazza Maggiore, bensì alla graziosa piazza Cavour, sempre in centro città.
Zona simbolo è diventata via d’Azeglio, dove viveva Dalla, e Piazza de’ Celestini su cui affacciava il balconcino principale della casa. La Piazza è diventata meta dei turisti attirati soprattutto dal disegno di rete metallica sulla fiancata del palazzo. L’immagine molto suggestiva ritrae il maestro mentre suona il sax fra le rondini.

In foto, la stella di marmo per Lucio Dalla nella strada del jazz di Bologna in via degli Orefici.
La stella di marmo per Lucio Dalla nella strada del jazz di Bologna in via degli Orefici ©federica.biasco

La sua abitazione in via d’Azeglio è oggi un museo visitabile che permette di immergersi in un’atmosfera magica fatta di poesia e musica tra spartiti, appunti e foto del grande artista.


📍FONDAZIONE LUCIO DALLA
Indirizzo: Via Massimo D’Azeglio 15, 40123 Bologna
Orari: dal lunedì al giovedì 10.00 – 16.00
venerdì 10.00 – 13.00
Telefono: 051 273 530
Sito

5. Percorrere il portico più lungo del mondo

Foto dei portici bolognesi, tra i più lunghi al mondo.
Sapevate che il portico di San Luca è il più lungo del mondo?

Il portico di San Luca è il più lungo del mondo con i suoi 3.796 metri e le sue 666 arcate. Inizia dall’Arco Bonaccorsi di Porta Saragozza e finisce sulla cima del Colle della Guardia, dove si staglia il celeberrimo Santuario della Madonna di San Luca, meta di pellegrinaggio per l’adorazione dell’icona della Vergine con il Bambino.
Lungo il portico si possono ammirare diverse opere come le statue della Madonna grassa e del bambino di Andrea Ferreri e una quindicina di piccole cappelle affrescate con i misteri del Rosario.

6. Ammirare i colli bolognesi dal Santuario di San Luca

Tra le 10 cose particolari da fare a Bologna c'è l'ammirare i colli bolognesi dal Santuario di San Luca. In foto, scorcio panoramico dei portici al Santuario.
La vista dai portici in cima al Santuario di San Luca ©federica.biasco

Raggiungere il Santuario di San Luca a piedi è una delle esperienze più belle che si possa fare. Man mano che si percorre il lunghissimo porticato, si dipana davanti a noi una città inedita e bellissima da ogni angolazione. Questa passeggiata viene intrapresa tutti i giorni non solo da pellegrini e turisti, ma anche da tanti studenti e bolognesi richiamati dal panorama mozzafiato di cui godere sia lungo il percorso che una volta arrivati in cima.

I giardini del Santuario in una soleggiata giornata primaverile.
I giardini del Santuario sono il posto ideale dove rilassarsi e prendere il sole ©federica.biasco

Va da sé che anche il Santuario stesso sia di una bellezza inaudita: l’esterno, prevalentemente in stile barocco, custodisce all’interno numerose opere di valore artistico inestimabile, tra le tante ricordiamo le pale di Donato Creti, di Guido Reni, del Guercino e di Domenico Pestrini.

Il fronte del Santuario di San Luca .
Il Santuario di San Luca in tutta la sua bellezza ©federica.biasco

📍SANTUARIO DI SAN LUCA
Indirizzo: Via di San Luca, 36, 40135 Bologna
Orari: dal lunedì alla domenica 7.00 – 18.00
Telefono: 051 614 2339

7. Visitare le tombe di Carducci, Marconi e Dalla

In foto, la Certosa di Bologna, cimitero monumentale della città.
La Certosa di Bologna, cimitero monumentale della città ©federica.biasco

Tra le 10 cose particolari da fare a Bologna non può di certo mancare la visita alla Certosa di Bologna, uno tra i cimiteri monumentali più antichi d’Italia. Si trova vicino allo stadio Renato Dall’Ara, ai piedi del colle della Guardia dove sorge il Santuario della Madonna di San Luca.
Al suo interno troviamo la più ricca raccolta di arte neoclassica italiana distribuita su un’area di trenta ettari.

Foto di una delle oltre seimila opere custodite nel cimitero monumentale di Bologna.
Una delle oltre seimila opere custodite nel cimitero monumentale di Bologna.

Nelle varie sale, gallerie e chiostri si trovano circa seimila opere di interesse storico e artistico, fatte da oltre 200 artisti.
Per tutto l’Ottocento la Certosa è stata una meta imprescindibile per chiunque visitasse Bologna. Molti personaggi del tempo, da Lord Byron a Charles Dickens e Theodor Mommsen, non hanno potuto fare a meno di visitarla e di lasciarsene ispirare per i loro scritti.

La tomba di Carducci alla Certosa.
La tomba di Carducci alla Certosa ©federica.biasco

In questo luogo ricco di arte e storia troviamo le tombe delle personalità di spicco della città, tra le più importanti quelle di Giosuè Carducci, Guglielmo Marconi, Lucio Dalla e Ottorino Respighi.

📍CERTOSA DI BOLOGNA
Indirizzo
: Via della Certosa, 18, 40134 Bologna
Orari: dal lunedì alla domenica 8.00 – 18.00
Telefono: 051 615 0811

8. Viaggiare con La Macchina del Tempo

Come sarebbe vivere nel Medioevo? Ci vorrebbe proprio un viaggio nel tempo…

E sì, avete capito bene, qui a Bologna potete viaggiare nel tempo!
Dove? Nel primo Museo in Realtà Virtuale d’Italia!
Attraverso dei visori VR, si può vivere un’esperienza di realtà virtuale entrando “fisicamente” all’interno di accurate ricostruzioni storiche in 3D.

Ragazzo con visore per la realtà virtuale.
I visori VR ci permettono di vivere un’esperienza incredibile a spasso nel tempo!

Al centro del progetto della Macchina del Tempo c’è la ricostruzione della “Bologna Medievale” nel XIII secolo, seguito poi da altri come la visita alla tomba di Tutankhamon e della Bologna romana.
Se volete scoprire la città in questa veste unica, camminando tra strade e vicoli medievali e volando con nonchalance fra le torri, questa è l’esperienza giusta per voi!

📍Museo realtà virtuale – La Macchina del Tempo
Indirizzo
: Via Zamboni 7, 40126 Bologna
Orari: dal lunedì al giovedì 14.00 – 19.00
dal venerdì alla domenica 10.00 – 19.00
Telefono: 051 008 7519
Sito

9. Immergersi nella prima interactive fun-house d’Europa

Tra luci e colori della Beautufl Gallery, la prima interactive fun-house di tutta Europa.
Tra luci e colori della Beautufl Gallery ©laro5e

Tra le 10 dieci cose particolari da fare a Bologna rientra a buon diritto un’esperienza colorata, interattiva e instagrammabile come quella della Beautiful Gallery. Questa è una “interactive fun-house” nel centro di Bologna, la prima in tutta Europa.
Non è facile raccontarla perché è un’esperienza unica nel suo genere, a cavallo tra fantasia e immaginazione dove sentirsi liberi di sperimentare ed esprimersi.

Una delle coloratissime sale, siete curiosi quanto noi di scoprirle tutte? ©mariachiarafustini

Beautiful Gallery regala un modo nuovo di vivere l’arte, totalmente immersivo e interattivo in cui il visitatore diventa protagonista delle opere e della sua storia. Ha da poco presentato la sua seconda mostra, intitolata ​”Don’t Call Me Baby“, che gira intorno a due concetti molto importanti: la Gender-equality senza compromessi e il bambino che è in noi.

📍BEAUTIFUL GALLERY
Indirizzo: Via Galliera 18, 40121 Bologna
Solo su prenotazione
Orari: dal mercoledì al venerdì 15.30 – 19.30
sabato e domenica 10.00 – 19.30
Sito

10. Vivere l’esperienza del cinema sotto le stelle

Sotto le stelle del cinema nell’incantevole cornice di Piazza Maggiore.

Tutte le estati a Bologna si può godere della bellezza del cinema sotto il cielo stellato di Piazza Maggiore.
La rassegna non a caso prende il nome “Sotto le stelle del cinema” ed è un’iniziativa curata dalla Cineteca della città.
I film proiettati in questa splendida e suggestiva sala all’aperto sono rigorosamente in lingua originale, sottotitolati, e spesso di recente restauro. Per più di un mese il cuore della città ospita questa intramontabile esperienza dando la possibilità a tutti di godere gratuitamente di un’esperienza semplice quanto bellissima.


Queste era la nostra lista delle 10 cose particolari da fare a Bologna, ne conoscete altre? Quali di queste esperienze avete provato? Fatecelo sapere nei commenti!
E se volete saperne di più sulle cose da fare e i luoghi di visitare a Bologna, date un’occhiata ai 10 luoghi sconosciuti della città e alla nostra lista dei musei gratuiti di Bologna.

Vi ricordiamo di seguire @Kappuccio su Instagram, su Facebook e iscrivervi alla nostra newsletter per rimanere aggiornati sulle cose più belle da fare fuori e dentro l’Italia!

💬 Vuoi scoprire i posti più particolari di tutta Italia?Iscriviti alla nostra newsletter mensile! Mandiamo sempre solo le attività più interessanti.
1 Condivisioni

Federica Biasco

Potrebbe piacerti...

Che ne pensi?

Vogliamo che tu faccia parte del nostro movimento.Crediamo che l'Italia sia il paese più bello al mondo.

E con la nostra newsletter mensile (sì, solo una volta al mese) condividiamo con te gli ultimi articoli, notizie, e cose da fare in Italia, tutto esclusivo e fatto in casa. 😉

Ti aspettiamo dall'altra parte!

Crediamo che l'Italia sia il paese più bello al mondo, per questo vogliamo scoprirlo fino in fondo.

Il mondo sarà pieno di meraviglia, ma l'Italia ne avrà sempre di più. Vogliamo scoprirle tutte e condividerle con te, e se le vuoi ricevere via mail una volta al mese, sai cosa fare! 👇🏼